webmaster Comitato Esecutivo Regionale - Friuli Venezia Giulia - 2018/2020 SOCIETÀ SPELEOLOGICA ITALIANA COMMISSIONE NAZIONALE SCUOLE DI SPELEOLOGIA COMITATO ESECUTIVO REGIONALE DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA corso di speleologia di II livello “I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI USO DEL GIS IN SPELEOLOGIA” (16 - 17 novembre 2019) INTRODUZIONE Le grotte sono "oggetti" complessi e tridimensionali, ma per motivi pratici siamo stati costretti per quasi due  secoli a rappresentarle usando disegni in 2 dimensioni, spesso dei simboli su un foglio bianco, Le grotte però  sono inserite in un contesto geografico e la quantità di dati di cui disponiamo è cresciuta nel tempo,  cambiando anche il modo di rappresentare il territorio.  Abbiamo imparato da decenni a rappresentare la complessità delle aree carsiche usando una  rappresentazione spaziale degli "oggetti" che chiamiamo grotte. Ad esempio indicando su una mappa la  posizione degli ingressi.  Ci siamo anche abituati a interagire con delle banche dati che consentono di visualizzare informazioni  complesse con un semplice clic.  Recenti sviluppi delle tecniche di elaborazione elettronica dei dati hanno reso sempre più comune l'uso dei  modelli digitali del terreno per creare mappe personalizzate.    Un Sistema Informativo Geografico (Geographical Information System - GIS) consente di fare tutto questo  creando una mappa che unisce tutti i livelli di quelle tradizionali, personalizzabile e aggiornabile  direttamente dagli utenti che possono inserire i propri dati su una base fornita da autorità come le  amministrazioni regionali o gli istituti di ricerca nazionali.  Un GIS può fare molto più che creare dei bei disegni. Un GIS è creato per analizzare i dati e permetterci di  ottenere informazioni ulteriori partendo da ciò che abbiamo acquisito sul campo, unendo i nostri rilievi,  osservazioni, basi cartografiche in un unico progetto complesso da cui estrarre informazioni e modelli più  avanzati.  Tutto questo è oggi possibile acquisendo dati pubblici e utilizzando un software open source molto diffuso,  QGIS.  Il 16 e 17 novembre 2019 a Udine, speleologi che usano professionalmente questi strumenti forniranno agli  interessati gli elementi per iniziare a utilizzare i sistemi informativi geografici, migliorando così la propria  capacità di gestire dati territoriali complessi per lo studio delle aree carsiche.  l corso si propone di introdurre gli speleologi all'ambiente GIS, acquisendo le nozioni e il metodo di lavoro  necessario per gestire un grande numero di dati geografici e topografici diversi, effettuando calcoli di tipo  statistico e visualizzando anche con modelli 3D i sistemi carsici e i massicci in cui si sviluppano. In questo  ambito. Durante il corso verranno forniti elementi relativi a:  I sistemi geografici territoriali  Introduzione generale al software open source QGIS (distribuzione gratuita)  Come installare QGIS sul proprio computer  I sistemi di riferimento geografici utilizzati e loro trasformazioni  Uso delle tabelle di dati  Creazione e uso dei vettoriali  Uso e trasformazione dei raster  Utilizzo di plugin e procedure di calcolo particolari entro QGIS  Importazione di dati e creazione di un progetto  Visualizzazione delle mappe 2D e preparazione di immagini e stampe  Creazione e visualizzazione di mappe 3D  Il corso si articolerà su due giornate (sabato e domenica) in aula con istruttori che oltre a essere speleologi  utilizzano questi strumenti informatici professionalmente. Agli allievi verranno forniti files di esempio per le  esercitazioni in aula e delle dispense sintetiche relative ai contenuti del corso. Verranno inoltre fornite  indicazioni su come reperire in rete nuove versioni dei programmi e procedure per effettuare operazioni non  trattate durante il corso. Tutto il materiale informativo resterà a disposizione del CER FVG.  Requisiti per la partecipazione:  Ogni allievo dovà possedere le conoscenze di base relative alla cartografia e alla topografia, disponibilità di  un computer portatile con sistema operativo Windows (XP SP2 o successivi) o Mac OS (10.11 o successivi),  conoscenze di base relative all'uso di softare in ambiente Windows o Mac OS, capacità di usare un editor di  testo. PROGRAMMA DEL CORSO  Sabato 16 novembre 2019  INIZIO  Registrazione partecipanti  08:45  00:45  Presentazione e saluti vari  09:30  00:30  Introduzione al concetto di Geografical Information System (GIS)  10:00  00:45  I GIS consultabili in rete (WebGIS) loro uso ed esempi  10:45  00:30  Proiezioni, sistemi di riferimento e loro gestione in ambiente GIS  11:15  00:45  Tabelle, raster e vettoriali (generalità)  12:00  00:45  PAUSA PRANZO al sacco o locale convenzionato  12:45  01:15  Introduzione a QGIS e installazione  14:00  01:00  L'importazione di dati tabellari  15:00  00:45  Esempi di importazione di mappe in formato vettoriale e raster  15:45  00:45  Coffee break  16:30  00:15  Rendere sovrapponibili le mappe disponibili: acquisire e georiferire  16:45  00:45  Da tabella a vettoriale a raster e viceversa, calcoli e conversioni  17:30  00:45  Recupero ritardi  18:15  00:45  Fine  19:00  Cena Offerta dall'organizzazione  19:45  Domenica 17 novembre 2019 INIZIO Esempi di uso di GIS per organizzare i dati su aree carsiche e grotte 09:15 Uso di plugin per la visualizzazione 3D dei dati 09:45 Layout ed esportazione mappe 10:45 Esercitazione autonoma guidata con QGIS per ogni allievo 11:30 Recupero ritardi 12:45 FINE 13,00 Docenti del Corso: Dott Giuseppe Moro Dott Luca Dorigo Dott Niccolò Landelli Costo e Logistica del Corso: Quota di Partecipazione: € 50.00 per i soci SSI in regola con il pagamento della quota sociale 2019 € 60.00 per i non soci SSI ( Iva Compresa) La quota di partecipazione comprende: frequenza alle lezioni, materiale formativo presentato e la cena del sabato sera. Iscrizione al corso Le iscrizioni sono a numero chiuso, Max 25 Partecipanti ed avverranno obbligatoriamente attraverso la scheda d'iscrizione disponibile al seguente link: scheda iscrizione cordo GIS 2019  e dovrà pervenire entro 08/11/2019 all'indirizzo di posta elettronica corsispeleoud@gmail.com Appena ricevuta la domanda d'iscrizione sarà nostra premura comunicare l'accettazione della stessa e la Modalità del Pagamento tramite la comunicazione del Bonifico bancario